Come pensare per prendere decisioni migliori
Modello #15: 6 Cappelli per pensare, il modello di Edward de Bono per le decisioni

Modello #15: 6 Cappelli per pensare, il modello di Edward de Bono per le decisioni

6 Cappelli per pensare, “La tecnica dei sei cappelli per pensare” è un metodo di Edward De Bono per adattare sei diversi stili di pensare per valutare le idee. Possiamo implementare questa tecnica in qualsiasi parte delle nostre decisioni economiche/d’affari.

Edward De Bono è famoso per aver formalizzato la logica Laterale ed è stato messo tra le 250 personalità che più hanno migliorato il mondo. Direi che è buona cosa ascoltare quello che dice.

Iniziamo subito con una carrellata di cosa sono i sei cappelli e sotto i miei commenti e idee su come renderli ancora più potenti.

In cosa consistono i sei cappelli per pensare?

Parliamone in breve per sapere abbastanza come usarli:

Cappello bianco: I fatti

In questo stile di pensiero, dobbiamo concentrarci sulla ricerca e sulle sue scoperte. Fondamentalmente cerchiamo dei dati e gli diamo un senso per creare informazioni. Quindi utilizziamo tali informazioni per prendere decisioni.

Come usare: prendete la vostra idea e cercate se qualcun’altro ha già fatto qualcosa di simile prima. In sostanza, siete alla ricerca di tracce e lacune di informazioni/conoscenze/abilità/caratteristiche che mancano all’attuale prodotto.

Ora per assicurarsi che si sta andando nella giusta direzione, verificare se quelle caratteristiche mancanti possono fare qualcosa di buono se implementate. Se possibile, testarle nel mercato reale e registrare i dati che si ottengono in cambio e analizzarli.

Cappello rosso: Le emozioni

Ora, dopo aver riflettuto con il cappello bianco, è il momento di indossare un cappello rosso.

In questo stile di valutazione, utilizzeremo la pancia.

  • Come ci sentiamo personalmente riguardo al prodotto?
  • Pensiamo che avrà successo?
  • Che tipo di emozioni proviamo quando pensiamo all’idea e quali reazioni proviamo nel nostro corpo o nel nostro atteggiamento?
  • Siamo eccitati?
  • Quando parliamo della nostra idea ad un amico, a nostro fratello, a nostro padre, qual è la loro reazione?
  • Quali emozioni proviamo da loro?

Suggerimento extra: proviamo a capire i motivi se qualcuno non capisce chiaramente la nostra idea o attività. Questa è una grande opportunità per rendere la nostra idea molto più semplice in modo che possa essere facilmente compresa dal nostro pubblico.

Cappello giallo: I benefici

Indossiamolo e diventiamo dei santi. Pensiamo positivamente alla nostra idea. A che benefici porterà a noi, alla nostra famiglia e al nostro ambiente circostante, se la miglioriamo. Ciò ci aiuterà a cercare il valore nascosto e i vantaggi nella nostra idea.

In questo caso più di altri è importante ricordarsi di togliere il cappello precedente e mettere questo.

Prendiamo il nostro drink preferito: Mettiamo un po’di musica e iniziamo a fare brainstorming. La chiave è nel nostro umore. Se ci sentiamo bene, la nostra mente troverà bontà intorno e dentro di noi.

Iniziamo pensando al nostro “film felice”.

Ora pensiamo a tutte le cose buone del nostro film che ci hanno fatto sentire felici, è importante perché porterà il nostro cervello in modalità calma e rilascerà Endorfine.

Quando ci renderemo conto di essere felici, allora iniziamo a pensare alla nostra idea. Annotiamo ogni cosa buona che pensiamo dell’idea. Queste cose buone verranno convertite nelle nostre proposte di valore.

Cappello verde: idee

Creatività. Questa è la fase o lo stile in cui iniziamo a utilizzare i nostri strumenti di creatività. Sia che si tratti di tecnologia o altro. Non bisogna diventare dei creativi. Se stiamo pensando sempre a nuove idee, siamo già creativi. Dobbiamo solo incanalare la nostra creatività esclusivamente sulla nostra idea.

Pensiamo a quale valore in più possiamo mettere in essa.

Come possiamo rimuovere qualsiasi obiezione o qualsiasi tipo di resistenza che potrebbe nascere nella mente dei miei potenziali clienti?

Rispondiamo a questa domanda e troveremo la nostra strada per un prodotto finale migliore.

Cappello blu: Pianificazione

Questo cappello serve a controllare tutti i processi / sistemi. Solitamente il CEO e i presidenti di un’azienda indossano questo cappello.

Indossando questo cappello, decidiamo quale altro cappello indossare per risolvere un problema o approfittare di un’opportunità.

Ad esempio, se la nostra azienda sta esaurendo i prodotti migliori, allora è il momento di indossare per più tempo il cappello verde. Durante un piano di emergenza, dovremo indossare il cappello nero più degli altri, se dobbiamo pensare a come scalare, validare quello blu può essere il nostro principale

Teniamo una scheda su ogni aspetto della nostra attività e siamo sempre pronti a scambiare il cappello con uno appropriato a seconda del problema.

Cappello nero: giudizio

Indossare il cappello nero ti dice semplicemente di adottare lo stile in cui fai il preciso nei confronti della tua idea.

  • Trovi difetti nella tua idea,
  • quali sono i punti deboli,
  • quale segmento ti manca.
  • Prova a guardarlo sulla difensiva.
  • Cerca i motivi per cui la tua idea potrebbe non funzionare.

A volte siamo così eccitati dalle nostre idee che ci dimentichiamo di vedere attraverso di esse.

Spesso non cerchiamo i problemi o le cadute che potremmo affrontare all’inizio o in futuro. Questo cappello è molto importante e non dovremmo mai dimenticare di indossarlo,la sua mancanza ci condurrebbe ad errori di percorso.

Qualche commento.

Il modello dei sei cappelli per pensare è molto famoso, De bono è 4 anni che va in giro a insegnarlo e ho visto tante persone citarlo. Molte meno praticarlo.

Per chi mi segue da più tempo può notare una somiglianza con la Walt Disney Strategy di Dilts.

Come insegno durante i corsi live la Walt Disney Strategy NON funziona se non avete l’accorgimento di studiare prima le posizioni percettive e di essere in grado di creare una “seconda posizione pulita”.

Anche in questo caso conoscere e giostrarsi bene con le posizioni percettive è importante: Fortunatamente in un pomeriggio si riescono ad apprenderne le basi e riuscire ad applicare il modello.

Altre risorse:

Se siete interessati al libro, ecco il link: Sei cappelli per pensare di Edward de Bono su amazon

Unisciti alla discussione